Pintupi Open Air: la nostra visione di un’estate pandemica

Pintupi Open Air nasce dal forte desiderio dei volontari della nostra associazione di tornare a proporre cultura, di far vivere nuovamente lo spettacolo, di sostenere chi svolge una professione in questo mondo.

Una gestione razionale di una realtà come Pintupi ci direbbe che un evento del genere in questo momento storico sia

impensabile. Noi però questo festival lo vogliamo fare gettando il cuore oltre l’ostacolo, spinti da un forte intento comune di riaccendere la partecipazione e la condivisione, guidati da un senso di responsabilità sociale ed accompagnati dal rispetto che nutriamo per chi ha lottato in questa emergenza e per chi purtroppo non è più tra noi.

I concerti sono in acustico, il numero di posti a sedere limitato, se consideriamo la caratura degli artisti che si esibiscono.

E’ un’atmosfera intima e familiare, sicuramente inedita per alcuni live, nella bellissima cornice di Cascina Maria a Paderno d’Adda.

Abbiamo lavorato per trovare delle modalità di accesso e di fruizione dello spettacolo effettivamente praticabili e per tenere il prezzo dei biglietti più basso possibile. Lo abbiamo fatto di fronte a delle condizioni non certo favorevoli, nel limite della sostenibilità economica della rassegna e grazie alla volontà dei musicisti di voler tornare a suonare davanti ad un pubblico.

Speriamo che la voglia di spettacolo dal vivo sia tanta anche da parte vostra.
Noi non vediamo l’ora e vi aspettiamo.


Arci Pintupi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: